Ella – Residui – Ricordi

“Ferite”

Sulla panchina giace la sua ombra;
come una foglia d’autunno,
come un lamento verso la Luna,
come il mio sangue
dopo le coltellate
di quella sera.
Sulla panchina giace lei;
con le sue scarpe rosse,
con le orme delle dita
sul cemento fresco,
con il suo nome sospeso
a venti centimetri dal pavimento.
Lei;
con il flash in mano
e le batterie scariche,
con il suo corpo assente
e la mia memoria che litiga
con le mie cicatrici
che spariscono,
porto le dita sul lato sinistro del mio torace
e cerco i residui di quello sparo
noto che il tempo e la mia carne
hanno cancellato centimetri
di quella traccia.
Lei;
lentamente entra nell’oblio
la sua carne,
il suo nome,
la sua pelle,
la sua ombra,
un ricordo distante
che svanisce con le ore rotte
dell’orologio incerto.
Sulla panchina
in quel parco
in quella sera
in quel dì ancora troppo lontano.
Lei.

 

Neftali Basoalto

Annunci

Una risposta a “Ella – Residui – Ricordi

  1. Pingback: SABATOBLOGGER 21. I blog che seguo | intempestivoviandante's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: