Routine di un appuntamento

“Luna senza notte”

Questo stillicidio
che nasce dalla mia penna,
è soltanto
il lamento itinerante
delle mie vocali
in assenza delle consonanti
Io, Io, Io
mi sono ritrovato da solo
a dover cantare,
urlare,
declamare e morire,
per un semplice tu,
per uno stupido noi,
per un insignificante ti amo,
quanto sangue versato
su queste mani,
quanti occhi graffiati
dalle virgole,
quanti inutili sospiri
piantati ai rami
di questo autunno.
Io, Io, Io,
Tu, Tu, Tu,
Noi, Noi, Noi,
Ti amo, Ti amo, Ti amo.
Inutilità costante su queste righe
ancora poco piene.

 

Neftali Basoalto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: