Hasta la Victoria Siempre

“A mi comandante, Fidel Castro”

Nella notte profonda dell’Avana,
tra il pianto di una mulatta
e il silenzio viscerale di una patria,
si alza lentamente il mio dolore
lungo le coste dorsali dell’Atlantico.

Molti ti ricorderanno mentre
nascevi dalla Sierra Maestra,
altri dentro alla gabbia dei diritti umani
nel palazzo di vetro dell’ONU,
alcuni mentre sedevi accanto ai bambini
nelle scuole libere di CUBA.

Io ti ricorderò come il Barbuto;
che ha cambiato l’esistenza di un continente
togliendolo dalle grinfie di un macellaio,
che ha saputo esportare medici ,
guerriglia e libertà,
che ha sconfitto l’ombra del tiranno
con la sola volontà di inseguire un sogno,
che ha reso immortale la guerriglia e i guerriglieri
soltanto dopo aver costruito scuole e ospedali.

Ora non ci rimane che l’addio,
il tuo corpo si è frantumato dinanzi al tempo,
la tua carne saprà percorrere
il sentiero del congedo,
e a noi non rimarrà altro che difendere la tua memoria,
rendere immortale ciò che tu hai reso immenso,
difendere la realtà con l’utopia di un sogno,
in parole povere
continuare con la Rivoluzione,
perché essa vive soltanto attraverso gli uomini,
perché la carne se ne va
e rimangono gli ideali,
perché nessuno è indispensabile
ma tutti facciamo del nostro meglio.

Hasta siempre Comandante.

Neftali Basoalto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: