Ella – Macelleria – Repubblica

“Libreria”

Nell’immensità del vuoto;
tra dieci pagine piene
e libri sospesi su del legno grezzo.
I nostri corpi caddero
– uno sopra l’altro –
senza fretta.
Con i secondi scanditi
– patologicamente –
dall’orologio
e dal suo ritmo atono.

Avanzarono le memorie
con ignobile insolenza
e vigliaccheria visibile.
Gli occhi si incrociarono
– come il bacio anonimo tra due commercianti –
l’orizzonte calò
sulle nostre spalle,
si abbassarono le note
delle voci intercalate
e si alzò il silenzio
dal profondo di due braccia
che si toccarono fugacemente.

Tre corpi insieme
nella corazza di due spasmi,
ci abbracciammo
senza tempo,
senza ombre,
senza vita.
Solo con la forza della memoria,
con cicatrici costanti
e sospiri celati dalla notte.

Insieme.


Neftali Basoalto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: