Amore – Corazza – Canto

“Pagina 29”

Sdraiata sotto la luce soffusa
di questo mondo acerbo,
tra i centimetri del mio cielo sfitto
e le rive oceaniche del letto,
ascolti i miei racconti
di uomo senza patria.

Ti parlo delle mie cicatrici
– tante –
ti parlo dei cieli infiniti
– deserti attraccati ai firmamenti –
ti parlo della morte
– tante volte incontrata –
ti parlo dei giorni non ancora inventati
– Ulisse e le sue sirene –
ti parlo della notte senza luna
– amo la luce dei lampioni –
ti parlo con parole sottili
– portate dall’acqua e dalla terra –

Infine ti sussurro un t’amo
che si muove lentamente,
tra le anfore piene di nubi
e le chitarre sdraiate sull’erba,
per arrivare un giorno da te
col vento e le mie dita.

Utopie Invernali.

 

Neftali Basoalto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: