II

“Campi Australi

Oggi ti osservavo,
guardavo il tuo sguardo ed eri lontana,
come i campi australi,
come le foglie d’autunno.

Eri distante
da me,
da te.

Il mio corpo desiderava te
mentre la mia mente periva per te,
però tu non c’eri,
perciò
sentivo il freddo dei campi cileni,
vedevo l’oscurità delle grotte messicane
e ascoltavo i passi solitari della mia memoria,
sommessamente  ti desideravo
e cercavo di vivere sapendo di morir.

Ti cercavo in quello sguardo mai avuto,
ti inseguivo con le mani,
con le dita, con la voce, con il cuore,
ma tu non v’eri.

Pertanto perdevo il respiro,
poi la ragione
e infine udivo la tua voce
senza vederti,
eri dietro i miei oblii chiamati vita,
mentre io ero lì,
a nascondere la mia follia d’amore,
la mia follia di te,
il desiderio di averti,
ti osservavo tra la nebbia dei miei occhi,
il tuo sguardo era lontano.

Ti ho cercato.

 

(Amore di Luna e Corpo di Grano 2010)
Neftali Basoalto